Castelluccio di Norcia: stupefacente interpretazione di Jesus Christ Superstar

L’Ente Musicale Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”, particolarmente vicina a questo angolo di Paradiso che è Castelluccio di Norcia, fortemente danneggiata dalle scosse di terremoto che hanno sconvolto il Centro Italia, ha deciso di offrire, sabato 12 agosto alle ore 21, uno spettacolo musicale che fungesse da momento conviviale e di ritrovo per la comunità castellucciana e per tutti i turisti che hanno Castelluccio al centro del proprio cuore.

La Società “B. Barattelli” ha già vissuto la drammatica esperienza del terremoto che ha colpito l’Aquila nel 2009 e ha voluto stimolare il reinserimento sociale della comunità di Castelluccio, costretta a causa del sisma a disperdersi in tutto il territorio italiano, gli uni a notevole distanza dagli altri.

È stato un momento di condivisione di tutti i sentimenti che in questo momento stiamo provando, nostalgia accompagnata da tanta voglia e desiderio di ripartire.

È stato magnificamente interpretato un melologo tratto da Jesus Christ Superstar, grande interpretazione alla voce narrante di Luca Tironzelli con l’ottimo accompagnamento musicale di Walter Salin.

Nonostante le basse temperature di sabato sera, quest’ultime non hanno fermato la magnificente rappresentazione. In una versione insolita, in forma di melologo, sulla scia delle sacre rappresentazioni medievali, un solo attore ha brillantemente dato vita ai vari personaggi: dall’unica risposta autentica alla chiamata di Gesù, a quella di Maria Maddalena, che, nonostante la storia personale, apre il suo cuore e inizia ad amare. Al contrario Giuda, non risponde col cuore, ma con la mente, segue Gesù per un interesse terreno e contingente e ciò lo porterà al tradimento.

Solo Gesù potrà spezzare le catene dell’ego, con la forza dell’Amore.

Sì, perché l’Amore è più forte della morte.

Con questa frase, di apertura e di grande speranza, si è conclusa l’interpretazione messa in scena, accompagnata da melodiose note musicali e una buona dose di giusta atmosfera.

Un grande ringraziamento alla Società Aquilana Barattelli, nella persona del direttore artistico Fabrizio Pezzopane e dell’organizzatore Stefano Baiocco, presenti di persona sabato sera a manifestare tutta la propria vicinanza, che, all’interno della rassegna “Musica e Architettura”, hanno aperto il loro cuore a Castelluccio, inserendolo tra le mete di questi appuntamenti di tale rassegna, risultando essere Castelluccio l’unica tappa fuori provincia dell’Aquila e fuori regione Abruzzo, per questo un grande plauso alla loro grande sensibilità.

In rappresentanza del Comune di Norcia, l’Assessore alla cultura Giuseppina Perla che, dopo aver espresso le grandi criticità e difficoltà che la popolazione sta vivendo, ha manifestato tutta la grande volontà, che anima le persone, di ripartire e, nella metafora con l’opera rappresenta, di risorgere, come esternato dalla presente Comunanza Agraria di Castelluccio.

Ancora un sentito ringraziamento alla Società Barattelli e agli organizzatori: che sia la prima delle tante future iniziative che permetteranno alla nostra perla dei Sibillini, Castelluccio, di tornare a risplendere in tutto il suo vigore.