No. Ancora è tutto fermo.

La galleria di Forche Canapine ha seri problemi e la riapertura della stessa NON E’ IMMINENTE, è chiusa al traffico a qualsiasi mezzo, la via alternativa passa per Cittareale.

Attualmente non è l’unica strada chiusa e questo rende la ripartenza post sisma alquanto complicata. Tutte le attività che si alimentavano anche di questo tipo di utenze (o del turismo che attraversava questa strada) ad oggi ne risentono fortemente.

Un effetto che NON HA CONSEGUENZE PIACEVOLI, che non può avere un facile ritorno alla normalità, alla circolazione tra Marche e Umbria si aggiunge il problema della strada per Castelluccio e ancor più grave la parte più alta della Valnerina, quella che congiunge Cerreto di Spoleto a Visso (nel tratto delle GOLE DELLA VALNERINA).

Il territorio deve continuare a vivere e per farlo occorre avere una pronta riparazione delle vie di comunicazioni, se non è possibile utilizzare quelle “vecchie” occorre trovare delle alternative, accessibili a quante più persone, senza vincoli troppo restrittivi, in maniera RAPIDA.

Purtroppo sono passati quasi 5 mesi dalla forte scossa del 30 ottobre 2016 (che ha dato origine alla chiusura di molte strade) e circa 7 mesi dalla scossa che ha dato il primo CAOS e che ha lasciato senza casa e senza lavoro decine, anzi centinaia di famiglie.

Qui di seguito la mappa che può essere facilmente consultata anche al link:

http://web.valnerinaonline.it/strade

Condividi questo link per dare ad altre persone aiuti nel raggiungere le zone del Centro Italia.