Consiglio Comunale approva il bilancio preventivo e un ordine del giorno su ricostruzione.

Si è tenuto presso il centro polivalente della Pro Loco di Campi il Consiglio Comunale. E’ la prima volta che la principale assise cittadine si volge nelle frazioni. “In attesa che il 10 luglio la Cassazione si pronunci sul sequestro del centro polivalente ‘Norcia 4.0’, abbiamo scelto di tenere qui il Consiglio. E’ un modo anche per ringraziare dell’ospitalità e di quanto fatto durante l’emergenza, come avvenuto in altri pochi casi nei comuni del cratere”. Ha detto il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno in apertura dell’assemblea.

Assente la minoranza, eccezion fatta del Consigliere di Luca Balsana, dovuta a “pregressi impegni lavorativi e personali non rinviabili” come da nota pervenuta e letta dallo stesso Sindaco che ha ribadito comunque “l’importanza di partecipare, visti i dovuti tempi di preavviso come da regolamento e soprattutto nel caso in cui si parli di bilancio, seppur comprendendo ogni difficoltà sopraggiunta cui abbiamo cercato di venire incontro”.

Il Sindaco nelle comunicazioni iniziali ha poi fatto il punto riguardo alcune situazione strettamente collegate all’emergenza post sisma, tra queste quella relativa all’erogazione del contributo di autonoma sistemazione, CAS annunciando che il Comune ha prodotto circa il 77% della rendicontazioni richieste e che “dai prossimi giorni riprenderà il pagamento iniziando da quello relativo al bimestre gennaio e febbraio 2018; entro fine mese contiamo di pagare anche i mesi di marzo e aprile”. Il primo cittadino ricorda inoltre che i fondi dell’autonoma sistemazione sono pagati anche dai 2 miliardi di euro dell’Unione Europea .

Il Sindaco annuncia poi i piani di recupero delle frazioni: sono stati approvati quelli di Campi, Ancarano e Nottoria e sono in corso di completamento San Pellegrino e Castelluccio. Così come per la Basilica di San Benedetto a breve riprenderà la rimozione delle macerie così come sono in procinto di partire i lavori per la torre campanaria del palazzo municipale. “Piazza San Benedetto – dice Alemanno che lancia anche un appello a riappropriarsi del centro storico – dovrà sarà pronta ad ospitare un grande concerto il prossimo 4 agosto diretto dal Maestro Riccardo Muti”.

Dopo le comunicazioni del Sindaco, primo punto all’ordine del giorno l’approvazione di un ordine del giorno congiunto approvato in Conferenza dei Capigruppo che impegni il Parlamento, il prossimo Governo, il Commissario per la ricostruzione e il Vice Commissario, ognuno per le proprie competenze.

Tra i punti proposti la realizzazione di un Testo Unico per la Gestione dell’ Emergenza che sancisca le modalità in cui gli attori sul campo devono e possono muoversi. Così come è importante il sostegno allo sviluppo economico. Tra questi ad esempio è particolarmente sentito il tema del danno indiretto, relativo al mancato guadagno, in cui si richiede che venga riconosciuto anche alle attività che sono rimaste chiuse e alle aziende del nostro territorio, proponendo dunque il criterio del ‘lucro cessante’.

Tra i temi centrali dell’odierna seduta del Consiglio, l’approvazione del Bilancio di Previsione per quanto riguarda il triennio 2018-2020, approvato dai presenti con la sola astensione del Consigliere di minoranza Luca Balsana.

Nella relazione del Bilancio l’assessore Manuela Brandimarte annuncia che sono invariate per l’anno 2018 le tariffe di Tari, Tasi, Imu e addizionale Irpef.

“Per quanto riguarda la gestione ordinaria, nel rispetto dell’armonizzazione contabile del D.L. 118/2011, il Comune ha emesso a novembre 2017 gli avvisi Tari relativi al 2016 e nel mese di febbraio 2018 quelli relativi al 2017”. Ha detto l’assessore Manuela Brandimarte che spiega come “tutti i documenti contabili sono stati redatti seguendo il sistema della contabilità armonizzata.

Il bilancio di previsione viene predisposto nel rispetto del pareggio finanziario e nel rispetto degli equilibri di parte corrente ed in conto capitale. Riteniamo inoltre – continua – che le previsioni per gli anni 2018-2020 siano coerenti con gli strumenti di programmazione di mandato, con il Documento Unico Programmatico (Dup) e con gli atti di programmazione di settore”.

Ogni assessore ha poi fatto una relazione dell’attività. Particolare attenzione alle politiche sociali del territorio “soprattutto riguardo a bambini e anziani: per questi partirà a breve un servizio navetta che sarà di grande aiuto alla loro quotidianità – dice l’assessore Giuseppina Perla – La nostra attenzione è rivolta alle famiglie e alla scuola, ad esempio abbiamo mantenuto invariate le tariffe della mensa scolastica, seppur siano variati i costi di erogazione del servizio”. L’assessore al turismo Pietro Luigi Altavilla sottolinea il lavoro per far si che Norcia sia sempre attrattiva puntando soprattutto sull’ambiente, ‘certificazione’ confermata dalla Bandiera Arancione. “Siamo in un ambiente da far invidia e in questo contenitore cercheremo di lavorare, nonostante il nostro patrimonio culturale sia profondamente ferito”.

L’assessore ai lavori pubblici e sviluppo economico Giuliano Boccanera annuncia interventi importanti sugli asfalti delle strade, per lo più quelle adiacenti ai villaggi SAE, così come per le strade delle frazioni di Pescia e San Marco. L’ufficio – dice Boccanera – dovrà poi realizzare bandi per le opere pubbliche danneggiate dal sisma per oltre 40 milioni di euro. Come sviluppo economico invece stiamo lavorando su due progetti – continua – quello della riapertura del mattatoio, per cui a fine maggio avvieremo un percorso con le associazioni di categoria e il progetto della pista ciclabile Spoleto – Norcia che può essere molto attrattiva”.