Il vice presidente della Commissione Grandi Rischi, Gabriele Scarascia Mugnozza, si è dimesso dall’incarico. Alla base della sua decisione, si dice, ci sarebbe un contrasto con il presidente Sergio Bertolucci dopo le sue dichiarazioni su un possibile “effetto Vajont”  nella diga abruzzese di Campotosto, in caso di una nuova forte scossa di terremoto. Bertolucci, tuttavia, aveva fatto subito pubblica ammenda, ammettendo l’errore e scagionando da ogni responsabilità la Commissione. Da quanto risulta a Sibilla-online, tuttavia, Scarascia Mugnozza sarebbe già stato in rotta da tempo con Bertolucci, e forse con altri componenti della Commissione. Il 20 gennaio,  giorno dell’ultima riunione della Commissione, iniziata alle 12 e terminata alle 17, Scarascia Mugnozza era uscito dopo appena due ore, il tempo di ascoltare le relazioni puntuali dei tecnici sul sisma del 18 a Montereale, lasciando la sala  prima del dibattito tra gli esperti della Commissione. (M. Sen.)