Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 14/04/2017 - 17/04/2017
7:00 - 19:00

Categorie


Una passeggiata di più giorni, lungo il sentiero denominato IL CAMMINO DI SAN BENEDETTO, che attraversa l’area colpita dal sisma del 24 agosto e tutte le scosse successive, dando un piccolo aiuto tramite micro acquisti e sostegno “di lavoro” alle popolazioni.

https://www.facebook.com/events/1602026436491262/

Visti i fatti successi in questi ultimi mesi, inerenti al terremoto, e alle forti nevicate che hanno colpito il centro Italia, ho pensato di dare vita a questo evento, totalmente fuori dal comune.

A tal proposito volevo fare un’appello a tutti voi, e a tutte le persone volenterose, coraggiose,intraprendenti.

L’idea è quella di intraprendere assieme a tutti voi IL CAMMINO DELLA SOLIDARIETA’.

CHE COS’E’ IL CAMMINO DELLA SOLIDARIETA’ o IL CAMMINO DI SAN BENEDETTO ?

Si tratta di un evento che può permetterci di intraprendere un cammino finalizzato ad aiutare i nostri connazionali vittime del terremoto e della neve.

IN CHE MODO POSSIAMO FARLO?

Magari molti di voi non sanno che in Italia c’è una folta rete di cammini che l’attraversano.Sono antiche vie di pellegrinaggio che permettevano ai fedeli di recarsi in luoghi considerati sacri. Uno di questi è IL CAMMINO DI S. BENEDETTO

Tale cammino attraversa le aree geografiche che sono state coinvolte nel sisma. Da Norcia a Rieti ( in 5 giorni) lungo le appendici dell’appennino, attraverso luoghi dove la natura e il silenzio regnano sovrani. Antiche abazie e borghi in pietra caratterizzano lo scenario di questo pellegrinaggio.

LO SCOPO FINALE?

Intraprendere questo cammino allo scopo di lasciare qualche soldino sul territorio, attraverso un gesto di solidarietà porta a porta, ossia pernottando in strutture come B&B, ostelli, comprando prodotti tipici in piccoli alimentari a conduzione famigliare.In questo modo possiamo portare un’aiuto concreto a queste persone.

QUANDO?

Direi che il periodo indeale sarebbe la primavera. Magari nel periodo dei ponti Pasquali, in quel modo uno può avere qualche giorno in più a disposizione

CONSIDERAZIONI FINALI:

In un mondo che è schiavo del capitalismo, dove tutto viaggia alla velocità della luce, dove l’informazione è distorta da interessi occulti, dove la semplicità viene messa da parte e sopraffatta dallo sfarzo e dall’

apparenza a ogni costo.In questa epoca più che mai il mettersi in cammino è un gesto di grande coraggio, per alleggerire l’anima e riconsiderare i valori tradizionali che caratterizzano noi Italiani. Intraprendendo

questo cammino possiamo dare un piccolo contributo concreto al centro Italia.Senza ipocrisie e polemiche, possiamo farci protagonisti di un piccolo grande gesto IL CAMMINO DELLA SOLIDARITA’

CONFIDO IN UNA VIVA PARTECIPAZIONE DA PARTE DI TUTTI VOI

Qui l’evento su Facebook

https://www.facebook.com/events/1602026436491262/

 

PROGRAMMA DI MASSIMA

Di seguito vi scrivo la prima opzioni che ho pensato realizzabili

OPZIONE 1:

Venerdì 14 Aprile: Arrivo a Norcia (auto,treno,bus in base alle varie provenienze di regione)

Si dorme all’ostello di Norcia (ho contattato i proprietari mi hanno detto che il terremoto lo ha lesionato e si stanno adoperando per riuscire a sistemarlo) Ho parlato con la pro loco. Per Pasqua ci sarà una nuova struttura che accoglierà i pellegrini.Inoltre ci metteranno a disposizione un grande tendone (stile protezione civile)

Sabato 15 Aprile: TAPPA Norcia – Cascia

km:17

Dislivello salita: 480 mt

Dislivello discesa: 420 mt

sterrato : 65%

asfalto: 35%

Pernottamento: A Cascia Hotel delle Rose costo come BB (35 euro la singola) (27 euro in doppia) costo mezza pensione (48 euro la singola) (40 euro la doppia) posti disponibili nell’hotel 300

Domenica 16 Aprile: TAPPA Cascia – Monte leone di Spoleto

km:17

Dislivello salita: 460 mt

Dislivello discesa: 180 mt

sterrato:65%

asfalto:35%

Pernottamento: a Monteleone Hotel Brufa costo mezza pensione (35 euro la singola) (45 euro la doppia)

Lunedì 17 Aprile: TAPPA Monteleone – Leonessa

km:13

Dislivello salita: 200 mt

Dislivello discesa: 160 mt

sterrato:60%

asfalto:40 %

il ritorno a Norcia e poi a Spoleto verrà effettuato con delle navette bus, una volta giunti a Spoleto si riprenderà il treno per tornare a casa

Il cammino attraversa ambienti molto suggestivi dove la natura regna sovrana, boschi,alpeggi,carrarecce.Attraverso piccoli borghi e santuari che ripercorrono la vita di San Benedetto. Una parte di Italia segreta e nascosta che merita di essere scoperta ed aiutata con il nostro piccolo contributo